ADIDAS 000 VS COURT 2.0 K SCARPA BAMBINO SNEAKERS DB1828

49,90 €
49,90 €
- 0 %
SELEZIONA COLORE
Disponibile
SELEZIONA TAGLIA

000 VS COURT 2.0 K

MATERIALE INTERNO TESSUTO, SOLETTA INTERNA IN TESSUTO, SUOLA IN GOMMA

COD. ART.: 141520

Era il1920 quando a Herzogenaurach, una piccola località non lontana da Norimberga, in Germania il geniale e intuitivo Adolf Dassler, egli stesso atleta, comincia a pensare di realizzare delle scarpe specifiche per fare sport: una novità assoluta che vede concretizzarsi in occasione delle Olimpiadi di Amsterdam in scena nel 1928. Gli atleti in gara indossano per la prima volta delle scarpe con “spikes”, vale a dire tacchetti, in grado di regalare prestazioni eccezionali grazie a una migliore presa e tenuta sul terreno rispetto alle calzature tradizionali. Fu Lina Radke la prima atleta ad aggiudicarsi una medaglia d’oro indossando scarpe Dassler e consacrando a livello mondiale le creazioni di Adolf Dassler che così inizia a pensare anche a scarpe per altri sport. Già nel 1937 le scarpe Dassler vantano 30 diversi modelli pensati per 11 diversi sport: era ufficialmente nata la scarpa sportiva moderna, pensata e realizzata per ogni specifico sport. Le cose, tuttavia si complicano sul piano personale: Adolf, infatti, continua a litigare con suo fratello Rudolf, anche a proposito delle modalità di gestione dell’azienda. I due, così, rompono e si separano: ognuno decide di fondare una propria azienda. È il 1948: Rudolf fonda una fabbrica chiamata Puma, mentre Adolf dà ufficialmente vita all’Adidas (il cui nome arriva da Adi, il soprannome con cui Adolf viene chiamato dagli amici, e dalle prime tre lettere del suo cognome). Adolf si dedica completamente alla sua nuova creatura e si concentra in particolar modo alle scarpe da calcio. Nascono nel 1950 le mitiche Adidas Samba, pensate per l’allenamento quotidiano del calciatore, ancora oggi considerate un classico del genere. Adidas per prima inventa la sponsorizzazione sportiva: fa marketing grazie ai suoi atleti. Alle Olimpiadi del 1960 di Roma tre quarti degli atleti olimpici calzano scarpe Adidas. Si comincia a produrre anche abbigliamento sportivo che subito diventa uno status symbol; i grandi atleti indossano Adidas: Jesse Owens, Muhammad Ali, Max Schmeling, Sepp Herberger, Dick Fosbury e Franz Beckenbauer tra gli altri. Le famose tre strisce laterali delle scarpe Adidas furono create per mantenere la suola più stabile, ma divennero presto uno dei simboli più riconoscibili del brand Adidas: riprese nell’abbigliamento e ovunque fosse possibile, diedero in fretta riconoscibilità al marchio e contribuirono al successo dell’azienda. Quando Bob Marley o i Run DMC indossavano scarpe e tute Adidas facevano molto di più che vestire sportivo: sponsorizzati da Adidas, comunicavano un messaggio forte di stile ai loro fans e vestire Adidas divenne di moda anche al di fuori del campo sportivo. L’idea che un marchio sportivo potesse sponsorizzare gli atleti ottenendo l’esclusiva della loro immagine e un palcoscenico costante di visibilità era già stata geniale, ma spostare questa idea anche alla musica o in generale al lifestyle moderno fu la mossa di marketing che consentì ad Adidas di entrare nella storia e divenire una delle più grandi aziende del mondo. La voglia di vintage delle generazioni moderne non ha fatto altro che impreziosire i modelli storici Adidas, riproposti oggi nella loro versione originale per la gioia degli appassionati di tutto il mondo. SuperStar, Campus, Samba: modelli che resistono nel catalogo Adidas da decenni e vengono riproposti in colori e fantasie sempre diverse. Non molte aziende di abbigliamento possono permettersi lo stesso: serve una storia, serve una forza di immagine che solo Adidas e pochi altri hanno.

 

I campi contrassegnati da * sono obbligatori
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Clicca per maggiori informazioni su spedizioni e resi
ADIDAS 000 VS COURT 2.0 K SCARPA BAMBINO SNEAKERS DB1828
ADIDAS
49.90 New In stock
PayPalVisaMastercardAmerican ExpressPostePayMaestroBonifico BancarioContrassegno